L’agricoltura naturale e ZION

Il modello di riferimento del Progetto Zion per produrre resilienza, ovvero un sistema in grado di resistere ai cambiamenti o urti della “vita”, è un tipo di agricoltura che parte e prende spunto dalle buone abitudini e dall’osservazione della natura (permaculture design) insegnate nella “Permacultura” (disciplina che nasce in Australia negli anni 70 dagli ideatori Bill Mollison e David Holmgren), ma che intende estendersi in un modello tutto personale che parte dalle saggezza popolare che ha guidato da sempre l’agricoltura tradizionale in ogni parte del globo. Il recupero della cultura autoctona dei territori nei quali si intende insediarsi è fondamentale per la buona riuscita del progetto.

Una delle parole chiave all’interno di questo piano è: Sostenibilità. Concetto che esprime la capacità di un sistema di mantenersi a tempo indefinito senza produrre erosione. Una disciplina olistica che dovrebbe sintetizzare in sè varie discipline tra cui: agricoltura, zootecnia, acquacoltura, biologia, ecologia, architettura, etc. La Natura ha una sua stabilità intrinseca, basta solo osservarla per capirne i meccanismi. Ridisegnare il territorio che stiamo osservando in modo da realizzare un habitat stabile, ricco di vita ed in grado di rispondere al fabbisogno dei suoi abitanti ed ospiti del primo Campus dello Zion Project.

Il progetto Zion nel suo complesso mira a creare diverse Comunità, quanto più libere dalla dipendenza dal petrolio, sostenibili e fortemente resilienti grazie alla pianificazione energetica e delle risorse di base della comunità. Aumentare la resilienza delle comunità locali contribuisce a ridurne la vulnerabilità di fronte ai mutamenti ambientali (ad es. cambiamenti climatici, modalità non sostenibili di produzione e consumo e di uso del territorio), ma anche economici e sociali in attoTali iniziative potranno svilupparsi in particolare negli ambiti d’intervento quali la cura del territorio (prevenzione rischi territoriali, tutela e ripristino delle funzioni ambientali e dei servizi eco-sistemici) o la  promozione di sistemi di economia locale sostenibile (settore agro-alimentare, artigianato, promozione di prodotti e capacità locali, nuove pratiche di incontro tra produzione e consumo, accorciamento delle linee di approvvigionamento, agricoltura di prossimità, ecc.), attraverso un nuovo concetto di coltivazione: biodiversità, coltivazione a livelli, selvi-cultura e molto altro. 



Project Details

Date:Settembre 2013
Client:Associazione Zion
Skills:Permacultura e sostenibilità