Nell’ambito del lavoro didattico e nell’assorbimento della filosofia iniziatica, l’associazione Zion, propone itinerari e sentieri studio in vari luoghi tra l’Italia e la Francia. Itinerari didattici, visite guidate nei luoghi di interesse attorno al concetto centrale di uomo e del suo sviluppo: il duomo di Milano (Maria Nascente), la cattedrale di Notre Dame a Parigi, la linea di S. Michele che taglia (12.0 Meridiane e le Ley-lines, la Spada di San Michele Arcangelo) ed unisce l’Irlanda (Skellig Michael) la Normandia (Fr) , fino a Gerusalemme passando per una linea ben precisa tra Mont St Micheal in Francia, Sacra di san Michele a Torino, Santuario di san Michele in Puglia fino alla città santa di Gerusalemme, sono solo tra le più facili mete disponibili.

Lo scopo di questo progetto didattico è presentare tutta una serie di itinerari è mostrare come da sempre l’uomo è interessato a comprendere chi è e quale possa essere il suo ulteriore sviluppo come individuo o essere, uno sviluppo verso il divino testimoniato dalle principali opere quale ad esempio le cattedrali gotiche di Notre dame, piuttosto che il Duomo di Milano intitolato a Maria Nascente. Ecco un piccolo riassunto dei possibili itinerari:

  1. In Italia
    1. le cattedrali gotiche: Maria Nascente
    2. La linea di San Michele (San Michele (Torino), Monte Rotondo, et.)
    3. Padova
  2. In Francia
    1. Montségur. La storia e la cultura dei catari e gli albigesi.
    2. Le cattedrali gotiche: Nostre Dame
    3. La linea di San Michele (Mont Saint Michael)
    4. Puy-en-velay, Rocamadour, … e molto altro ancora!

Un itinerario, di circa 7 giorni, di esplorazione, teurgia e di “lavoro” su se stessi nella regione dei Catari e degli Albigesi, tra la rocche della gran resistenza alla furia distruttiva dei crociati, una singolare esperienza a cominciare dai mezzi utilizzati, infatti il percorso si svolge e si realizza a bordo di campers affittati per l’occasione. Città come Béziers, emblema della strage perpetrata dai crociati il 22 luglio 1209, nel quadro della crociata contro gli albigesi promossa nel 1208 da papa Innocenzo III. L’esercito capitanato dal monaco cistercense Arnaud Amalric, abate di Citeaux, nel corso del massacro, sterminò almeno ventimila catari. Secondo il suo confratello Cesario di Heisterbach, nel corso dell’assedio Amalric avrebbe esclamato: “Uccideteli tutti! Il Signore conosce i suoi” (una frase direttamente tratta dalla Seconda lettera a Timoteo, 2,19). Od ancora la magica rocca di Montségur, alla scoperta del sapere e del mistero del Sacro Graal, o Puy-en-velay luogo di partenza dei pellegrini che si metto in viaggio verso Compostela, … e molto altro.

Sentieri Esoterici© e oltre | News letter

Compila e ricevi le news sulle iniziative cliccando su Sentieri Esoterici © – news o visita il sito sentieriesoterici.it!


Escursionista o Pellegrino?!

Non sempre e’ semplice identificare e/o identificarsi con questi due termini, l’Escursionista e il Pellegrino, come il Camminatore e il Viandante, sono comunque due facce della stessa medaglia; l’Escursionista come il Camminatore segue una freccia, un segnale o simbolo che delimita un sentiero, il Pellegrino e il Viandante a differenza “vedono la meta”, però non come fine ultimo ma come stimolo per seguire quel selciato che porta alle scelte per essere più maturo attraverso l’esperienza e la conoscenza. L’intento qui è quello di conoscere l’uomo e i segni che ha lasciato nella storia nel tentativo di trasmettere ad altri e far capire che c’è molto di più nella loro esistenza, che ci sono cose che conducono ad una sapere differente. Un filo rosso che collega come un cammino alla ricerca di Sè non solo fatto di sentieri e chilometri da percorrere, ma soprattutto un “Sapere” che cammina parallelo alla storia degli uomini che, ignari, inconsapevolmente vivono all’oscuro. Attraverso questi itinerari si cerca di risvegliare proprio questo senso universale.

Eviteremo di parlare di grande spiritualità, ma possiamo descrivere i sentimenti semplici che ritmano la vita di ogni giorno sui cammini, le abitudini così normali come alzarsi e vestirsi al mattino presto, infilare gli scarponi, prendere lo zaino in spalla e cominciare a camminare.

La parola Peregrinus fa riferimento a «per agra» (attraverso le terre, i campi), cioè a colei o colui che abbandona la sua casa e parte in cammino, diventando così un senza domicilio fisso moderno. Ma questa parola ci lascia intravedere anche delle esperienze fuori del quotidiano e l’apprendimento di un modo differente di vivere. Insomma, il pellegrino e’ colei o colui che, affrontando pericoli e percorrendo terre a lui sconosciute, trasforma le sue esperienze in conoscenza e saggezza, vivendo fuori dai canoni “normali”. Allo stesso tempo si intende introdurre adeguate spiegazioni atte alla comprensione di ciò che si sta osservando o facendo.

“Camminare” – un’attività praticabile da tutti, in qualunque stagione, a qualunque età, che non richiede costose attrezzature, che non inquina e non fa rumore. E’ un’azione lenta, che permette di osservare anche le piccole cose; silenziosa, ritmica, che non disturba il pensiero – anzi stimola la riflessione – faticosa ma non estenuante, consente di sentire il proprio corpo e di apprezzare le distanze guadagnate un passo alla volta; autonoma, non si deve fare ricorso a mezzi meccanici, si parte e ci si ferma quando lo si desidera, si procede al proprio ritmo.

Negli ultimi anni stanno acquistando un crescente successo gli antichi percorsi dei pellegrini, come il famoso Camino de Santiago de Compostela (Spagna), la riscoperta della Via Francigena, La Via degli Abati e La Via degli Dei entrambe sulle Alpi Apuane e La Via delle Terre di Canossa fino in Garfagnana. In evidenza gli itinerari di trekking nel circostante Appennino Tosco Emiliano, o anche di più giorni come il Pellegrinaggio sul Cammino della Linea di San Michele la quale passa vicino a Castelnovo attraversando il Fiume Secchia.


Percorso esoterico al duomo di Milano MARIA NASCENTI

Nell’ambito delle iniziative proposte per promuovere e realizzare il primo Ateneo del “progetto Zion” si propone una serie di visite al duomo di Milano, denominato MARIAE NASCENTI, ovvero “natività di Maria”, dove per Maria deve intendersi l’umanità realizzata e non la madre di Gesù, ma quella forza legata al concetto di coscienza che eleva l’uomo fino all’altezza 108 metri proprio dove la statua d’oro domina la città ovvero la società. Ovviamente è tutto simbolico.

Se si è interessati all’iniziativa: percorso esoterico al duomo di Milano (Maria Nascenti) con spiegazione esoterica di Rocco Bruno, potete compilare il seguente form – “pomeriggio al duomo di Milano MARIA NASCENTI“. L’iniziativa è realizzabile solo al raggiungimento di un numero congruo di partecipanti.

Sentieri esoterici – Percorso alla riscoperta della tradizione dei Catari

Sostieni il progetto Zion facendo una donazione su:




Project Details

Date:August 2013
Client:Associazione Zion
Skills:SENTIERI ESOTERICI | Pellegrinaggio ed Itinerari Didattici