Associazione ZION

Per la divulgazione di idee per uno stile di vita più a dimensione umana!

L'associazione Zion è un organizzazione non profit per la promozione e la difesa degli animali e la tutela dell'ambiente. Promuove l'eco-sostenibilità, il basso impatto ambientale rispondendo a logiche di innovazione ed economia sociale sia a favore degli associati che dei terzi. Costituita il 18 settembre 2014 l'associazione Zion è espressione del lavoro di sviluppo e ricerca del suo fondatore Rocco Bruno. Finalità principali e dichiarate dell’Associazione all'atto costitutivo sono la divulgazione e lo sviluppo del “modello sociale” (denominato progetto Zion©) basato sulla ri-educazione dell'individuo e lo sviluppo armonico della sua coscienza attraverso il perfezionamento materiale, mentale e spirituale.

Per iniziare

E' intendimento dell'associazione promuovere una conoscenza umanistico-scientifica aperta ed accessibile, un metodo educativo innovativo atto a consentire il superamento del limite cognitivo attualmente in essere. Sistema imposto da secoli di condizionamento e che impedisce un ulteriore sviluppo della coscienza o consapevolezza dell'uomo stesso. "Zion" è un modello che si basa sull'educazione ed il lavoro di "scuola". Una "scuola" il cui indirizzo fondamentale è il cambiamento radicale della mentalità, della cultura e della personalità dell'individuo che ne viene a contatto. Il superamento dell'adolescenza tecnologica, dell'egoismo e dell'arroganza intellettuale sono alla base di questo lavoro di rieducazione. Solo così è possibile far emergere quella collaborazione e solidarietà che vogliono essere i fondamenti dell'associazione. Sostenibilità energetica ed alimentare sono conseguenze di questo processo di trasformazione dell'individuo che ha compreso di essere nulla e sente. come conseguenza, la necessità di costruire qualcosa di duraturo, per se e successivamente per gli altri, che sia legato al concetto più ampio di "Coscienza".

Da questo concetto ne scaturiscono diverse attività il cui atteggiamento ruota attorno allo stesso tema: i reali bisogni dell’"essere". Un ritorno all’interiorità, alla vitalità e all’Integrità. L'associazione Zion si avvale del lavoro d’istruzione e di divulgazione del suo fondatore ed ideatore del progetto Zion, il quale, come rettore della "scuola", determina e stabilisce le modalità degli studi dell'Ateneo. Attraverso le attività quotidiane e delle relazioni interpersonali, egli promuove un lavoro di crescita emotiva ed intellettuale superando le emozioni di base che caratterizzano la reattività dell'uomo moderno. L'aumento dell'aggressività, l'incapacità di capire cosa ci stia accadendo, l'ottusità e l'ignoranza, la fissazione su stereotipi “sterili”, in sistemi di credenze, anche a carattere religioso, o in estremismi dettati dal pregiudizio e la discriminazione non solo sociale, ma di razza e di genere sono le emozioni basilari di cui si deve liberare attraverso il "lavoro di scuola" imposto a chi si vuole avvicinare a questo progetto. Per questa ragione il progetto ha le sue ineludibili porte d'accesso. Queste porte sono gli incontri pubblici e il "lavoro di scuola" che scaturisce da questi incontri. La condizione necessaria per essere parte di un progetto simile è quella di aver cambiato mentalità, di aver messo mano a ciò che oggi uno è o crede di essere. Negli incontro si imparerà e ci si doterà di quegli strumenti utili al cambiamento auspicabile e promosso.

Tali strumenti o “buone pratiche” sono volti a riequilibrarne l'attività psichica e ricreativa, partendo dall’assunto che, nel quotidiano moderno, a causa dello stress, del distacco prolungato dalla natura e altri fattori inclusi l’alimentazione e l’inquinamento, l’individuo non riesce più a ricreare autonomamente quelle condizioni ideali per la stimolazione di quei processi di cui egli stesso ha bisogno per mantenersi in salute fisica, mentale ed emotiva.  L'autonomia alimentare, il rispetto per l’ambiente, la ricerca, lo sviluppo e l’applicazione di tecnologie innovative, eco-sostenibili per le persone e il territorio, la medicina naturale, la formazione antropologica, attraverso incontri e seminari, e molto altro sono tra le macro tematiche che l’associazione intende mettere al centro delle sue attività. Questo senza trascurare o dimenticare che il centro, il cuore pulsante della sua attività è la rieducazione dell'individuo ed il ritorno alla sua essenza.

Una centralità quella dell'educazione che vede l’uomo quale perno motore iniziale. Un individuo che, attraverso uno specifico tipo di educazione, possa crescere acquisendo e perfezionando quegli strumenti personali del fare, ma anche dell’intelletto, risorse e attitudini che ancora non ha avuto occasione di mettere a frutto. La formazione antropologica si basa su un preciso tipo di educazione fatto di lezioni frontali e pratiche quotidiane che stimolino al cambiamento alla comprensione di una diversa visione delle cose. Ogni studente è impegnato nel lavoro ed il mantenimento dell’ateneo. 4 colonne fondamentali sorreggono tutto il metodo: la filosofia iniziatica quale residuo della civiltà Neolitica, la Teoria delle apparenze e la Psico-bio-fisica di M. Todeschini, le 5 leggi biologiche scoperte dal Ryke Geerd Hamer e la Permacultura di Bill Mollison come modello di sviluppo e concettuale, etico per l’innovazione e la sostenibilità.

Ricerca e Formazione - Incontri e seminari

Il "cuore" pulsante di Zion è inevitabilmente l'Educazione (derivazione del verbo latino educĕre cioè «trarre fuori, "tirar fuori" o "tirar fuori ciò che sta dentro"), senza rimuovere lo "psichismo" in essere, ovvero il sistema col quale interpretiamo e descriviamo la realtà, non c'è Zion; c'è una "altra" cosa che sembra ma non è. Senza rimuovere il "condizionamento" non c'è comprensione, e per fare questo serve uno specifico tipo di educazione, maturato e coltivato nel tempo. Rendere un luogo autonomo energeticamente e in termini alimentari ed allo stesso tempo eco-sostenibile è il meno del problema, abbiamo la tecnologia per farlo, quello che manca in progetti simili è la parte relativa alla "formazione" di nuovi individui e al cambiamento della "testa". Non c'è Zion senza questa specifica Educazione! La centralità dell'uomo e dello sviluppo della sua “coscienza” è al primo posto nelle priorità di questo progetto, i partecipanti ai vari seminari e percorsi di studio avranno la possibilità di iniziare a produrre un cambiamento nella loro mentalità diventando sostenibili innanzitutto in se stessi, imparando a conoscere meglio il loro funzionamento biologico ed emotivo, ovvero sia dal punto fisiologico che psichico, in maniera tale da rendere la loro stessa esistenza più sostenibile o sopportabile di quanto lo sia adesso.

L’idea è di sviluppare e ricercare quegli strumenti ritenuti più adeguati per essere sostenibili e in risonanza con un regolare e ottimale funzionamento dell’essere umano. Tali strumenti o “buone pratiche” sono volti anche a riequilibrarne l'attività psichica e ricreativa, partendo dall’assunto che, nel quotidiano moderno, a causa dello stress, del distacco prolungato dalla natura e altri fattori inclusi l’alimentazione e l’inquinamento, l’individuo non riesce più a ricreare autonomamente quelle condizioni ideali per la stimolazione di quei processi di cui egli stesso ha bisogno per mantenersi in salute fisica, mentale ed emotiva. L’idea è quella di un ateneo permanente nel quale ogni gruppo di lavoro sviluppa un offerta formativa partendo dalle proprio competenze e l’applicazione e l’utilizzo di tutte le scienze e conoscenze “sensate” disponibili attualmente. In Zion ci sono lezioni tutti i giorni secondo un piano annuale stabilito e coordinato con tutti i gruppi  in essere (Medicina di ZionAutonomia Alimentare, pellegrinaggio ed escursionismoPermacultura e sostenibilitàZion per il territorioTecnologie avanzateArti audio visiveFormazione, Scienze) e quelli che nel prosieguo delle attività verranno a formarsi.

 Sono previsti, inoltre, seminari di durata variabile (dai 2 giorni sino a 4 giorni consecutivi) nei quali sarà possibile approfondire le tematiche, fare esperienza diretta ed esperimenti nei laboratori. Il centro del lavoro dell'"associazione Zion" quindi resta inevitabilmente la "Ricerca" e lo studio rappresentato da questo particolare tipo e impostazione educativa. 

La  "raccolta fondi" attraverso la solidarietà e le donazioni ha lo scopo e il senso di dotarci di strumenti di "crescita" drenando "risorse" dal sistema attuale in essere che le utilizza per alimentare sempre le stesse "logiche" (mercato, profitto, lavoro, occupazione, consumo) col fine ultimo di dirigerle in un "idea" di società diversa dove lo sviluppo interno dell'individuo, attraverso la possibilità di realizzare un luogo di formazione stabile e permanente, possa trovare il suo spazio. Così come un individuo è stimolato a donare ad una fondazione od organizzazione umanitaria che studia una cura ai gravi problemi di questa "società", così quell'individuo è chiamato a donare all'"Associazione Zion" che combatte la desolazione "interiore", e la rinascita di qualcosa di nuovo che è sempre stato lì, ma che le persone, troppo distratte, non vedono più.

E' in questo ambito che bisogna collocare questo progetto. L 'associazione Zion si propone e fa "Ricerca", un progetto per combattere quella che consideriamo la malattia del secolo: il vuoto interiore e dei valori e il " condizionamento" come radice di questo vuoto.

Modello Zion per il territorio

L’associazione promuove diversi progetti di recupero del territorio (progetto Zion) volti alla realizzazione di siti misti, residenziali, agricoli e artigianali, che i partecipanti della medesima associazione useranno come sedi lavorative, ma anche quali residenze permanenti, sviluppando le suddette iniziative e attività. L’associazione svolge il suo lavoro nell’ambito della divulgazione (in forma gratuita) da quasi un decennio sul territorio di Milano, e da circa 2 anni (dal 2011) nel Piemonte, Lazio, Emilia Romagna,  Toscana, Liguria, Marche, in varie città tra le quali Roma, Torino, Ancona, Reggio Emilia, Bologna, Cesena, Pistoia, Genova. Quanto qui proposto è un primo “prototipo” che potrà essere realizzato e riprodotto anche in alcuni di questi territori, dato che in queste città sono stati costituiti centri di incontro, interscambio ed aggregazione culturale sui suoi principi fondanti.

Eco-sostenibilità

Dalla coltivazione, alla ricerca, alla gestione dei rifiuti, alla medicina e alla formazione tutto a Zion segue le linee guida che ci portano a costruire un sistema innanzitutto “eco-sostenibile” e quindi nel rispetto dell’ambiente e dell’individuo. Eco-sostenibile significa misurare la propria quotidianità sulla qualità della vita e sul valore ambientale e dell’individuo, mescolando l’agricoltura alle tecnologie più avanzate, cercando di superare lo stato di crisi economica, ma anche di identità, cambiando il modello di “pensiero” e le conoscenze applicate.

Ecco perché a Zion la formazione, ovvero l’educazione è il punto di partenza di ogni iniziativa o impresa attuata. Efficienza e risparmio nell’uso delle risorse, in particolare dell’energia, eliminazione dell’uso di sostanze pericolose o tossiche per l’organismo e l’ambiente, riduzione dei rifiuti prodotti attraverso il riutilizzo degli stessi come materia prima per un altro processo, il recupero dell’acqua, la produzione di un’alimentazione più adeguata e nella direzione di un autentico benessere fisico.

Le stesse abitazioni sono a basso impatto ambientale. Tutto quello che viene prodotto o usato deve rispondere alle esigenze di sostenibilità, dall’origine dei prodotti, al trasporto (km 0), all’energia utilizzata per produrlo e non ultimo la qualità del prodotto stesso, dei suoi processi di lavorazione e molto altro. 

Per Concludere

Partendo dal funzionamento psico-bio-fisico dell’individuo, l’Associazione Zion sviluppa e ricerca quegli strumenti ritenuti più adeguati per essere sostenibili e in risonanza con un regolare e ottimale funzionamento dell’essere umano. Tali strumenti o “buone pratiche” sono volti anche a riequilibrarne l'attività psichica e ricreativa, partendo dall’assunto che, nel quotidiano moderno, a causa dello stress, del distacco prolungato dalla natura e altri fattori inclusi l’alimentazione e l’inquinamento, l’individuo non riesce più a ricreare autonomamente quelle condizioni ideali per la stimolazione di quei processi di cui egli stesso ha bisogno per mantenersi in salute fisica, mentale ed emotiva.

Giordano Bruno

«Non so quando, ma so che in tanti siamo venuti in questo secolo per sviluppare arti e scienze, porre i semi della nuova cultura che fiorirà, inattesa, improvvisa, proprio quando il potere si illuderà di avere vinto.»

PROGETTO ZION © | Centro studi & Seminari |

L’Accademia della Pietra vuole essere un ulteriore sforzo nella direzione di realizzare un centro studi (anagogici) particolare, sia per i suoi contenuti che per il metodo di sviluppo educativo adottato.

To Zion Contest! |Organizzazione Eventi |

To Zion Contest è il nome che è stato dato a quella parte del "Progetto Zion©" che si occupa dell'organizzazione di eventi pubblici atti a presentare i risultati delle nostre ricerche sia in ambito di autonomia e sostenibilità che in ambito culturale ed antropologico

| ORGANIZZAZIONE & TERRITORIO | Modello Zion |

Richiesta agli organi comunali per creare un centro polifunzionale, che diventi un polo formativo di riferimento nazionale. Un vero e proprio ateneo, che sia in grado di incidere in modo significativo sul comune ospitante sia per apporto culturale, sia nel campo della riqualificazione patrimoniale, territoriale e ambientale.

|PROGETTO ZION © | FORMAZIONE – incontri e seminari |

L’associazione si prefigge di realizzare incontri e seminari specifici e mirati nell’ambito delle tematiche umanistico-scientifiche, medicina naturale, Permacultura e Tecnologie avanzate.

Finished!
89
Days
23
Hours
48
Min
18
Sec