Sentieri Esoterici | Escursionista o Pellegrino?!

Non sempre e’ semplice identificare e/o identificarsi con questi due termini, l’Escursionista e il Pellegrino, come il Camminatore e il Viandante, sono comunque due facce della stessa medaglia; l’Escursionista come il Camminatore segue una freccia, un segnale o simbolo che delimita un sentiero, il Pellegrino e il Viandante a differenza “vedono la meta”, però non come fine ultimo, ma come stimolo per seguire quel selciato che porta alle scelte per essere più maturo attraverso l’esperienza e la conoscenza. L’intento qui è quello di conoscere l’uomo e i segni che ha lasciato nella storia nel tentativo di trasmettere ad altri e far capire che c’è molto di più nella loro esistenza, che ci sono cose che conducono ad una sapere differente. Un filo rosso che collega come un cammino alla ricerca di Sè non solo fatto di sentieri e chilometri da percorrere, ma soprattutto un “Sapere” che cammina parallelo alla storia degli uomini che, ignari, inconsapevolmente vivono all’oscuro. Attraverso questi itinerari si cerca di risvegliare proprio questo senso universale.

Eviteremo di parlare di grande spiritualità, ma possiamo descrivere i sentimenti semplici che ritmano la vita di ogni giorno sui cammini, le abitudini così normali come alzarsi e vestirsi al mattino presto, infilare gli scarponi, prendere lo zaino in spalla e cominciare a camminare.

La parola Peregrinus fa riferimento a «per agra» (attraverso le terre, i campi), cioè a colei o colui che abbandona la sua casa e parte in cammino, diventando così un senza domicilio fisso moderno. Ma questa parola ci lascia intravedere anche delle esperienze fuori del quotidiano e l’apprendimento di un modo differente di vivere. Insomma, il pellegrino e’ colei o colui che, affrontando pericoli e percorrendo terre a lui sconosciute, trasforma le sue esperienze in conoscenza e saggezza, vivendo fuori dai canoni “normali”. Allo stesso tempo si intende introdurre adeguate spiegazioni atte alla comprensione di ciò che si sta osservando o facendo.

“Camminare” – un’attività praticabile da tutti, in qualunque stagione, a qualunque età, che non richiede costose attrezzature, che non inquina e non fa rumore. E’ un’azione lenta, che permette di osservare anche le piccole cose; silenziosa, ritmica, che non disturba il pensiero – anzi stimola la riflessione – faticosa ma non estenuante, consente di sentire il proprio corpo e di apprezzare le distanze guadagnate un passo alla volta; autonoma, non si deve fare ricorso a mezzi meccanici, si parte e ci si ferma quando lo si desidera, si procede al proprio ritmo.

Sentieri Esoterici e oltre | News letter

Compila e ricevi le news sulle iniziative cliccando su Sentieri Esoterici – news o visita il sito sentieriesoterici.it!


Comments are closed.